Repower ItaliaRepower Italia

Nobile pro sisma 09 continua a generare contributi

Insieme ai clienti che l’hanno sottoscritta, Repower sostiene progetti di utilità sociale dedicati alle comunità colpite dal sisma, in un contesto in cui è emersa forte l’esigenza di ristabilire, soprattutto per bambini e ragazzi, solidi punti di riferimento.

Centro sportivo-aggregativo

Il 27 gennaio 2013 è inaugurato il PalaAngeli, impianto polivalente che l’Assessorato alla ricostruzione ha segnalato a Repower tra i progetti da sviluppare. Nasce un nuovo luogo di aggregazione per i ragazzi aquilani e uno spazio dedicato alla Scuola Minibasket L’Aquila.

Avveniristico, antisismico ed ecocompatibile, il nuovo centro sportivo-aggregativo vanta un campo regolamentare coperto, due all’aperto in corso di realizzazione e quattro sale polifunzionali destinate ad attività ricreative. Situato in una delle nuove aree abitative del capoluogo, è dedicato alla memoria di tre ragazzi scomparsi la notte del terremoto che hanno vestito la maglia della Scuola Minibasket L’Aquila.

Fattoria didattica

Al fianco della fondazione Mission Bambini (già Fondazione “aiutare i bambini”), Repower e i suoi clienti hanno sostenuto la realizzazione di una piccola fattoria didattica presso un asilo nido a Gignano (AQ), struttura che durante l’estate ospita un centro estivo per bambini e ragazzi fino a 15 anni.

Educazione ambientale e rispetto per la natura sono al centro di un progetto dall’alto valore sociale che prevede piccoli orti, animali e spazio gioco gestiti insieme ad alcuni nonni volontari, una collaborazione inedita che avvicina due generazioni.

Il contributo di Repower è stato funzionale alla messa in sicurezza del terreno su cui sorgono asilo e fattoria, tramite muri di contenimento, terrazzamenti e sistemi di raccolta delle acque piovane e all’installazione di un impianto di illuminazione esterno alla struttura che, soprattutto durante i mesi invernali, garantisce maggior sicurezza.

Pannelli elettrici

Repower, anche a nome dei suoi clienti, ha donato diversi pannelli elettrici a un laboratorio di formazione professionale per ragazzi a forte rischio di emarginazione sociale. Il progetto è sostenuto dalla fondazione Mission Bambini (già Fondazione “aiutare i bambini”).

Rispetto ad altri, il laboratorio per elettrotecnici richiede un maggior sostegno, considerati l’elevata richiesta di mercato - terminato il percorso di studi sono molteplici le opportunità professionali - e l’alto costo dei materiali necessari al regolare svolgimento delle esercitazioni didattiche.
Funzionale all’ottenimento di crediti formativi, il laboratorio è attivo presso il Centro di formazione professionale dei Salesiani de L’Aquila, che coinvolge 50 ragazzi tra i 14 e i 20 anni in diverse proposte educative proiettate verso il mondo del lavoro. La scuola dispone anche di spazi ricreativi dove “impegnare” consapevolmente il tempo libero.

Un nuovo centro di riabilitazione per L'Aquila

Insieme ai suoi clienti, Repower ha contribuito a realizzare una palestra di riabilitazione neuromotoria al servizio dei cittadini aquilani colpiti dal sisma nell’aprile 2009.

Inaugurata il 29 novembre 2010 a L’Aquila e donata alla Croce Rossa Italiana, rappresenta il primo risultato concreto dei contributi raccolti attraverso Nobile pro sisma 09, l'offerta di fornitura elettrica che, con il semplice e quotidiano consumo di energia, ha coinvolto i clienti Repower nella ricostruzione delle aree colpite dal terremoto in Abruzzo.
Con la donazione di 2 euro per ogni megawattora consumato dal cliente (dove un euro è offerto dal cliente stesso e uno da Repower), insieme siamo riusciti a ripristinare un centro di eccellenza innovativo per tecnologie e prestazioni energetiche, dedicato alla riabilitazione neuromotoria infantile. L’impiego di materiali naturali e di appositi rivestimenti, unitamente a solare e microeolico (rispettivamente da 2,5 kW e 0,5 kW), contribuiscono a garantire efficienza e autonomia energetica alla struttura.

Situata sulla collina di Collemaggio vicino all’omonima basilica, una delle aree più antiche della città, la palestra completa il centro di riabilitazione territoriale inaugurato nell’ottobre 2009 che ospita già tre studi medici. Nel solo primo anno di attività, ha accolto 300 pazienti e fornito 4.000 prestazioni.

Dotata di ogni attrezzatura, la palestra fornirà cure fisioterapiche e riabilitative. È previsto anche un apparecchio medicale a vibrazioni focali per il controllo della spasticità infantile, per cui occorreva recarsi a Roma. Presso il centro sono impegnati un medico, due terapisti, un educatore professionale e molti giovani tirocinanti, neolaureati e laureandi che garantiscono un prezioso contributo.

 

Tuttora attiva presso i clienti che hanno scelto di sottoscriverla, che ringraziamo per la sensibilità dimostrata, Nobile pro sisma 09 continuerà a generare contributi ricorrenti che saranno destinati a nuovi progetti di utilità sociale in Abruzzo.