Progettare in modo semplice ed efficace.

Se stai pensando di installare un impianto fotovoltaico, affidati alla nostra cura: ti supporteremo con la nostra consulenza in tutta la fase di realizzazione.

Realizzare un impianto solare

Il termine «fotovoltaico» indica la trasformazione diretta, mediante celle solari, dell'energia luminosa in energia elettrica. Le celle solari si compongono di semiconduttori che generano elettricità tramite l’irradiazione del sole. Più celle solari compongono un modulo fotovoltaico e i moduli fotovoltaici vengono a loro volta assemblati singolarmente o in gruppi a formare un impianto fotovoltaico.

Al contrario, gli impianti a isola (stand-alone) non sono collegati alla rete elettrica pubblica. Essi permettono di rifornire di elettricità a costi vantaggiosi le utenze isolate, come ad es. i rifugi alpini o le case di vacanza. Poiché non è possibile prelevare energia dalla rete, l’impianto necessita di una batteria affinché non ci sia elettricità soltanto quando splende il sole. L’esercizio di questi impianti in genere si basa sulla corrente continua, che richiede il ricorso ad apparecchiature e luci speciali. Tuttavia è anche possibile installare un invertitore per trasformare la corrente continua in corrente alternata.

Un’alternativa agli impianti fotovoltaici è rappresentata dagli impianti a collettori solari, che non sono utilizzati per la produzione di elettricità, bensì di acqua calda per uso domestico. L’acqua calda può essere utilizzata anche a supporto del riscaldamento e a tal fine l’impianto a collettori solari è solitamente accoppiato a un impianto di riscaldamento e a un accumulatore combinato.

In edifici isolati in modo ottimale in questo modo è possibile coprire circa la metà del fabbisogno totale di calore. Il grado di efficienza di un impianto a collettori solari è significativamente superiore a quello di un impianto fotovoltaico.

Il calore prodotto dal sole viene utilizzato per riscaldare gli edifici, che sono provvisti di finestre e vetrate speciali. A tal fine l'edificio viene ottimizzato dal punto di vista energetico sulla base dell’andamento del sole e dell’ombreggiamento, che variano a seconda della stagione.

Catasto solare

Le superfici con circa 30° di inclinazione verso sud sono particolarmente adatte per gli impianti fotovoltaici. Se la superficie è orientata verso sud-ovest/sud-est o l’inclinazione si aggira intorno ai 10°-50°, il rendimento sarà lievemente inferiore. Va evitato l’ombreggiamento causato da edifici o piante.

Grazie al catasto solare tutti i proprietari di immobili possono prendere conoscenza in modo semplice e veloce del grado di idoneità dei loro tetti allo sfruttamento dell'energia solare, sia termica che elettrica. Seleziona il comune in cui abiti e fai clic sulla tua casa. Sotto la mappa verranno visualizzati i dettagli relativi al calcolo del potenziale.

Colori in base all’irradiamento solare per anno:

 

bianco 0-899 kWh/m2 giallo 900-1099 kWh/m2 arancione 1100-1299 kWh/m2 rosso 1300- kWh/m2

Verifiche preliminari

per la costrauzione di un impianto solare

Direttive di costruzione

Confederazione: nelle zone edili e agricole gli impianti solari potranno essere autorizzati a condizione che siano accuratamente integrati nelle facciate e nei tetti, e che non pregiudichino monumenti culturali e naturali di importanza cantonale e nazionale.

Cantoni: alcuni cantoni hanno emanato direttive e raccomandazioni relative all’obbligo di autorizzazione. Nel Cantone dei Grigioni i collettori o le celle solari non riflettenti con una superficie assorbente fino a un massimo di 6 m2 per facciata o tetto situati all’interno delle zone edili e fino a un massimo di 2 m2 al di fuori delle zone edili non sono soggetti all’obbligo di autorizzazione.

Comuni: alcuni comuni hanno già adattato le leggi sull’edilizia. Puoi chiedere informazioni presso il tuo comune sulle disposizioni vigenti.


Allacciamento alla rete

La sezione del cavo per l’allacciamento alla rete è importante affinché il tuo impianto fotovoltaico possa essere utilizzato alla massima potenza. Maggiori sono la potenza dell’impianto e la lunghezza del cavo, maggiore dovrà essere la sezione del cavo.

Per gli impianti di dimensioni maggiori può rendersi necessario un potenziamento e ampliamento della rete. Ciò può comportare elevati costi aggiuntivi e in alcuni casi il progetto potrebbe risultare antieconomico. Informati in tempo presso il tuo gestore di rete se la capacità della rete è sufficiente per collegare il tuo impianto.


Disposizioni di legge e obblighi del gestore di rete

I gestori di rete sono tenuti ad allacciare alla rete gli impianti di produzione, nonché a ritirare e remunerare l’energia generata. I produttori indipendenti si fanno carico dei costi effettivi per l’allacciamento alla rete di approvvigionamento pubblica.

I gestori di rete non possono applicare per i produttori costi di rete aggiuntivi.


Condizioni di collegamento tecniche

L’allacciamento di nuovi impianti di produzione ha ripercussioni sulla rete. Per i gestori di rete è una grande sfida garantire anche in futuro la sicurezza e la disponibilità dell’approvvigionamento. Affinché ciò sia possibile nonostante la proliferazione di questi impianti, Repower ha definito le regole che un produttore deve seguire, in modo che alla rete possa essere collegato il maggior numero possibile di impianti di produzione.