Tra i tanti cambiamenti e le nuove abitudini che ci hanno lasciato i lockdown e la rivoluzione dello smart working, c’è sicuramente anche il boom degli sport all’aperto. Nel giro di poche settimane il mondo si è popolato di runner amatoriali e ciclisti della domenica in servizio permanente, in pratica di sportivi improvvisati.

Ma se è vero che non tutto il male viene per nuocere, sembra proprio che il trend dell’attività fisica all’aperto sia destinato ad affiancarsi alle attività nelle palestre e nei centri sportivi. 

I benefici dello sport outdoor sono tanti. Eccone cinque:

  • È libero. Fai sport all’aperto quando vuoi. Ti serve solo l’equipaggiamento minimo necessario.
  • Stimola la produzione di vitamina D. Dalla salute delle ossa al buon funzionamento del sistema immunitario fino al tono dell’umore, la vitamina D gioca un ruolo fondamentale nella nostra salute. E per sintetizzarla occorre esporsi al sole, non necessariamente estivo. Bingo!
  • È un’occasione per stare a contatto con la natura. Non serve una foresta incantata: i parchi e le aree verdi cittadine sono sufficienti per cambiare prospettiva visiva e abbracciare con lo sguardo un paesaggio green che ci fa sentire subito più rilassati, concentrati e in armonia con il cosmo.
  • Diventa un momento social, ma real! I runner quando si incrociano, solitamente si salutano, si scambiano un cenno d’intesa. Socializzare attraverso lo sport è facile, perché l’attività fisica è un fattore aggregante fortissimo. E uno stimolo in più a darsi una mossa!
  • Aiuta la mente. Se la maggiore presenza di ossigeno all’aria aperta giova all’attività respiratoria, i miglioramenti ci sono anche sotto il profilo del benessere interiore: lo sport outdoor aiuta a contenere i pensieri negativi e ad aumentare la memoria, la creatività e la capacità di problem solving.

Sport all’aperto non significa solo running o bici. Le possibilità sono tante, dallo yoga alla camminata nordica, ci si può allenare in solitaria, in coppia o in gruppo e sono sempre più le realtà, pubbliche e private, che organizzano questo tipo di soluzioni. L’importante è cominciare!