Produzione

Repower dispone di impianti di produzione propri in Svizzera, Italia e Germania.

Nell’ambito del suo piano strategico 2025 Repower mira a una produzione che derivi al 100% da fonti rinnovabili. In quest’ottica è in fase di valutazione la vendita della centrale a ciclo combinato gas-vapore di Teverola e delle partecipazioni in centrali nucleari. Il Gruppo intende inoltre consolidare e sviluppare il proprio parco idroelettrico, che già oggi costituisce la colonna portante della produzione propria Repower.

 

Centrali idroelettriche

Nei Grigioni Repower gestisce centrali idroelettriche proprie, collocate in Valposchiavo, in Prettigovia, in Surselva e in Engadina. Molti di questi impianti sono stati rinnovati di recente. Includendo anche le partecipazioni il parco idroelettrico di Repower vanta una potenza installata di circa 430 megawatt, per una produzione media annua di 1.300 gigawattora: tutta energia Repower generata nelle Alpi retiche. 


Parchi eolici

Repower gestisce un parco eolico con una potenza installata di nove megawatt a Corleto Perticara (Basilicata, I) e uno con potenza di 26 megawatt a Lucera (Puglia,, I). Il Gruppo detiene inoltre una partecipazione del 39% nel parco eolico di Giunchetto (Sicilia, I). Atttraverso l'affiliata Repartner Produktions AG Repower detiene due parchi anche in Germania: l'impianto di Prettin (Sachsen-Anhalt) ha una potenza installata di 10 megawatt, quello di Lübbenau (Brandenburg) di 16 megawatt. La produzione complessiva annuale di tutto il parco eolico di Repower si attesta attorno ai 90 gigawattora.


Fotovoltaico e produzione da altre fonti di energia

Per coprire i consumi dei due prodotti ecologici Purepower e Solarpower Repower collabora con oltre 100 produttori privati e pubblici, detentori di centrali idroelettriche ad acqua potabile, impianti a biogas e impianti fotovoltaici.

Trasmissione

Oltre le frontiere

Merchant line Campocologno-Tirano

Dopo un breve periodo di realizzazione, durato 18 mesi, nel 2009 è entrata in esercizio la prima merchant line sulla base delle nuove normative europee in materia. L’elettrodotto transfrontaliero a 150 kV ha una lunghezza di 4,4 km, è completamente interrato e collega Campocologno (CH) a Tirano (I). La struttura permette di aumentare le capacità di trasporto di energia tra nord e sud e contribuisce alla sicurezza dell’approvvigionamento energetico dei due paesi. Accanto a quest’opera già di per sé pionieristica, sono stati realizzati anche una nuova stazione di smistamento a Tirano e un nuovo posto di manovra a Campocologno. A Repower e agli altri partner coinvolti nell’operazione (Edison e il Comune di Tirano) spetta il diritto esclusivo di utilizzo di una capacità di transito pari a 150 MW per un periodo di dieci anni. Si tratta quindi di una capacità che non sarà messa all’asta. L’elettrodotto è di proprietà della joint venture EL.IT.E S.p.A., di cui Repower fa parte

 

Elettrodotto del Bernina – Una struttura di importanza strategica

All'inizio del 2013 swissgrid, la società nazionale che gestisce le reti di trasmissione, è diventata proprietaria di tutta la rete di trasporto (380 kV / 220 kV) in Svizzera. Anche l'elettrodotto internazionale del Bernina è passato nelle mani di swissgrid alla stessa data. Repower ha realizzato questa linea di trasmissione tra nord e sud, strategicamente importante, nel 2005. L'elettrodotto trasporta circa il quaranta percento di tutto il traffico elettrico tra Svizzera e Italia. Repower si è aggiudicata l'appalto per i lavori di manutenzione della rete fino alla fine del 2019.

Distribuzione

Filo diretto con il cliente.

Per garantire un approvvigionamento affidabile e di qualità per tutta la clientela occorrono elettrodotti regionali e interregionali. Repower possiede, gestisce e costruisce linee elettriche con livelli di tensione compresi tra 0,4 e 150 kilovolt nel Cantone dei Grigioni: in Prettigovia/Valle del Reno/Davos, Engadina/Poschiavo, Surselva e Oberhalbstein. Inoltre possiede e gestisce diverse sottostazioni, cabine di manovra e trasformatori.