Fornire energia alle aziende è motivo d’orgoglio: è un modo per sostenere lo sviluppo di un’economia, a qualunque livello. E l’Italia è un caleidoscopio di piccole realtà artigianali che fanno dell’eccellenza, della qualità e dell’unicità le loro caratteristiche principali. La ceramica decorata è in Toscana una tradizione secolare e conosciuta in tutto il mondo.

Ne sa qualcosa Massimiliano Ninci, titolare dell’azienda “Ceramiche Ninci”, un laboratorio attivo da più di vent’anni a Certaldo, città natale di Giovanni Boccaccio, che si occupa di decorazione a mano e cottura di ceramiche, soprattutto vasi, piatti e contenitori per alimenti. “Decoriamo le ceramiche più o meno come si faceva nel ‘400, utilizzando una tecnica simile a quella dell’affresco: il disegno viene fatto su una carta velina che poi viene appoggiata sull’oggetto da decorare e bucherellata con uno spillo lungo il tratto. Successivamente la velina viene spolverata con un panno intriso di polvere di carbone che imprime il motivo decorativo sull’oggetto di ceramica. Si passa quindi alla colorazione vera e propria e poi alla cottura, che fissa i colori e rende la decorazione praticamente eterna”.

Dare vita a oggetti durevoli nel tempo è un modo per dare il proprio contributo alla causa ambientale: “Grandi quantità di rifiuti si creano perché si utilizzano prodotti usa e getta o di scarsa qualità. Con il nostro lavoro, nel nostro piccolo, vogliamo essere sostenibili oltre che utilizzando esclusivamente pigmenti atossici, anche e soprattutto producendo oggetti di qualità, belli da vedere e fatti per durare negli anni”, spiega Massimiliano Ninci.

In quest’ottica, affidarsi a Repower per la fornitura di energia è stato uno step naturale. “Siamo arrivati a Repower nel più classico dei modi – conclude Ninci – attraverso il passaparola, e abbiamo trovato una consulente di grande disponibilità e competenza, Rebecca. Insieme siamo arrivati a trovare la soluzione più adatta alle nostre esigenze”.