Perle di energia

Uno sguardo "termografico"
alla tua azienda

La termografia è una tecnica diagnostica non distruttiva basata sulla misura delle radiazioni infrarosse. Tutti i corpi emettono radiazioni elettromagnetiche (luce, calore) a seconda della loro temperatura. È quindi possibile dedurre la loro temperatura dalla misura delle radiazioni emesse.

Sfruttando questo principio, attraverso la termocamera si effettuano rilievi termografici che restituiscono le temperature superficiali ed evidenziano punti caldi anomali negli impianti elettrici. In questo modo è possibile identificare componenti a rischio o sotto eccessivo sforzo e verificare il corretto serraggio di morsetti e connessioni, per prevenire malfunzionamenti, guasti o incendi.

Quindi, perché termografare gli impianti elettrici?
Perché l’analisi termografica, senza arrestare il ciclo produttivo, permette di individuare anomalie non visibili a occhio nudo. Inoltre perché consente di effettuare interventi di manutenzione predittiva, cioè di intervenire solo laddove veramente serve e di farlo prima che il danneggiamento si manifesti.

Questo ha un duplice risvolto: l'indagine termografica da un lato migliora la sicurezza sul luogo di lavoro, diventando un importante mezzo di protezione anti-incendio, dall’altro suggerisce eventuali interventi di riparazione meno consistenti e costosi ed evita perdite di produzione, fermi impianto, spese impreviste.

Un’altra importante applicazione della diagnosi termografica è sui nuovi impianti, per verificare che l’installazione sia stata effettuata correttamente.

La risoluzione preventiva dei problemi non deve pregiudicare i benefici legati alla regolarità dell’ispezione termografica: un check-up continuo nel tempo permette infatti di assicurare sempre la buona salute degli impianti. Questa tecnica è ancora poco utilizzata in Italia come metodo di diagnosi sugli impianti elettrici: noi la suggeriamo “caldamente” con VAMPA.



Perle di energia

Scopri le altre perle


Azienda efficiente

Migliora i tuoi consumi